La musica ci salverà

Poco fa stavo guardando alcuni video postati da una chitarrista che ho come amica su Facebook: lei, in un reparto di terapia intensiva, che suonava per dare un po’ di gioia e sollievo alle persone lì ricoverate.

Nel mio cuore e nel mio cervello, oltre ad una grande emozione e ad una sensazione di amore assoluto, è scattata immediatamente una scintilla: “Non posso – mi sono detto – andare a letto stasera senza prima aver dedicato qualche parola all’immenso potere della musica”.

La musica è in grado di fare cose grandiose, inimmaginabili. La musica unisce i popoli, le persone, sotto un’unica bandiera, quella dell’amore e della passione. La musica non divide mai, la musica non può essere usata come strumento di contrapposizione, ma solo di unione ed aggregazione.

E’ incredibile come dodici semplici note possano cambiare la vita di una persona: confortare nei momenti tristi e difficili, celebrare le gioie e le soddisfazioni della vita, aiutare a riconciliarsi con qualcuno, alleviare le sofferenze e portare un po’ di sole dove prima c’era solo buio.

Sono convinto che la musica sia una vera e propria terapia, una medicina per il cuore e l’anima, qualcosa che non ti abbandona mai e che è sempre lì per te, in ogni momento. Lei troverà sempre il modo di raggiungerti, tu devi solo aspettare ed avere la giusta predisposizione.

Se provo un attimo a portare queste semplici ma appassionate riflessioni nella mia vita di tutti i giorni, mi accorgo che sono davvero pochi i momenti in cui non godo degli effetti benefici di questa terapia di note: quando prendo il tram per andare al lavoro ho gli auricolari, quando sto eseguendo un compito apparentemente noioso in ufficio mi metto gli auricolari, quando torno a casa e mi voglio rilassare dopo cena metto su un vinile.

Credo ci siano una canzone, un disco, un concerto per ogni emozione che abbiamo vissuto nella nostra vita: se ci pensiamo bene, è raro che un momento importante del nostro cammino su questa Terra non sia stato accompagnato dalla musica, prima, durante o dopo.

Il ritmo, le note, la melodia ci riportano ad uno stato primordiale, risvegliando i nostri istinti più naturali e riportandoci all’essenzialità: tutto il substrato creato intorno a noi dalla società, dalle convenzioni e dalle regole sembra sparire per un attimo, lasciando il posto a qualcosa di puro, semplice, ma estremamente potente.

Riusciamo così ad uscire dal nostro corpo, a lievitare verso l’alto e raggiungere una condizione di armonia con tutto quello che ci circonda, liberando la nostra anima dai vincoli e lasciandola fluttuare libera.

Finché ci sarà buona musica in circolazione, credo che ci sarà anche speranza per un mondo migliore. Grazie amica musica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...