Semplicemente Freddie.

Il più grande frontman della storia del rock. Queste semplici parole sono a mio parere quelle che definiscono meglio Freddie Mercury.

Credo che nessuno più di lui abbia incarnato completamente ed illimitatamente la figura dello showman a tutto tondo, capace sorprendere e stupire il proprio pubblico ad ogni apparizione sul palco.

Non per niente ha tratto ispirazione fin da giovane da Little Richard, uno che di spettacolo e mimica se ne intendeva abbastanza. Per questo motivo si è avvicinato al pianoforte, facendolo diventare uno straordinario collettore di emozioni ed un perfetto accompagnamento alla sua inimitabile voce.

Il modo di atteggiarsi e di muoversi, con l’asta del microfono sempre in movimento ed utilizzata anche come simbolo fallico, i gorgheggi e vocalizzi per scaldare e coinvolgere la platea, le entrate trionfali con mantello e corona, hanno contribuito a rendere unico il suo stile, che con il passare degli anni si è cristallizzato in un’immagine perfettamente riconoscibile.

Questo stile si è rivelato in tutta la sua maestà in uno dei più grandiosi concerti della storia, tenuto in due giornate allo Stadio di Wembley nel luglio 1986 e registrato perché chiunque potesse beneficiare della sua bellezza.

Freddie, accompagnato dai suoi tre formidabili moschettieri, diede prova di tutta la sua bravura nell’ormai consueta tenuta “da live”: giacca gialla, canottiera bianca, pantaloni bianchi con riga verticale rossa e le immancabili sneakers Adidas.

Ovviamente Mercury non era solo un grande showman, ma anche uno straordinario compositore e paroliere (“Bohemian Rhapsody”), un ottimo pianista (“Somebody to love”, “We are the champions”), un fenomenale cantante dalla smisurata estensione vocale (qui gli esempi sarebbero infiniti). Un’Artista a tutto tondo, insomma, cui a volte sembra proibitivo anche solo pensare di avvicinarsi.

Una morte prematura ce l’ha portato via a soli 45 anni, certo, ma la sua musica resterà per sempre, così come il suo talento ed il messaggio che ci ha portato.

Oggi dico grazie a te, Freddie.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...