12 gennaio 1969: Boom!

Una bomba, un fulmine a ciel sereno. Solo così può essere definito il disco di debutto dei Led Zeppelin, pubblicato il 12 gennaio 1969. Pochi dischi hanno segnato un così netto punto di svolta rispetto a quanto fatto precedentemente, oltre che un trampolino di lancio per il futuro della musica rock.

Pur trattandosi di un disco di debutto, conteneva in sé già tutti gli elementi necessari a rapire il cuore di chiunque lo ascoltasse con animo puro e ricettivo: una base ritmica ed un groove eccezionali, scaturiti dalla combinazione fra la potenza devastante di John Bonham e l’eclettismo di John Paul Jones e portati ad un livello superiore dalla tecnica sopraffina di Jimmy Page e dall’estensione vocale di Robert Plant.

“Led Zeppelin I” spaziava in tutta la gamma delle emozioni umane ed era in grado di indagare ogni singola sfaccettatura dell’animo di chi gli si avvicinasse, lasciandolo eternamente trafitto. Questo grazie alla sua estrema varietà ritmica, melodica e compositiva: chiare erano le radici blues dell’album, ma altrettanto chiara era l’evoluzione verso quello che poi sarebbe stato definito come hard rock.

Personalmente considero i Led Zeppelin il mio gruppo preferito di sempre, perché nessuno come loro è capace di prendere la mia anima e rivoltarla sottosopra come un calzino.

Mi sento quindi in dovere di dirgli grazie.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...